C1.b.7 Zaki, Scuola di Francoforte


di quando in quando- dann und wann
a spizzichi e bocconi- nach und nach, stückchenweise
rilasciato-freigegeben
intoppo-Hindernis

Carissima Brigitte,

è domenica mattina e, come prevedibile, non riesco a dormire.
Allora ti racconto qualcosa: oggi verso le 10.00 del mattino parte da Torino un amico per venire proprio a Monaco di Baviera. Lui con la moglie e la figlia dormiranno dai Salesiani per circa una settimana. Antonio è un amico di vecchia data, ovvero dei tempi dell’università (facoltà di Filosofia) di Torino.

Anzi, per dirla tutta, mi ha ospitato a casa sua per qualche mese proprio agli inizi degli anni novanta.
Gentile non ti pare?
Insomma una bella occasione per rivedersi dopo tanto tempo.
Per la verità ci siamo sempre rivisti a Torino di quando in quando.
Lui si è laureato prima di me con una Tesi di laurea sulla „Scuola di Francoforte“, la Dialettica dell’Illuminismo. Forse il mio amore per la Germania nasce in quel periodo.
Oggi non leggo più la filosofia se non a spizzichi e bocconi. Il mio unico legame con l’università è un amico di nome P. Che insegna all’università.

È stato invece liberato Patrick Zaki che è stato in prigione per più di tre anni per „diffusione di notizie false e diffusione di terrore tra la popolazione“. Patrick ha studiato a Bologna e nel 2019 descriveva la situazione dei cristiano-copti in Egitto.

È stato rilasciato giovedì e doveva arrivare già venerdì in Italia ma c’è stato qualche intoppo burocratico.

Insomma è tempo di viaggi.
Io fra poco vado a casa con mio figlio e il suo amico M. Il Flixbus ci aspetta ed è già vacanza: tutti a Torino!