C1.b.1 Multa bicicletta


Cara Brigitte,

a partire da Platone (ma anche prima) la filosofia politica è ricca di legislatori, di giudici, di filosofi politici che dibattono di giustizia.

Ebbene fra costoro ci sono anch’io.

Venerdì sono andato con la bicicletta sulla metropolitana fino a Eglharting, quindi ho incontrato il mio amico S. nei pressi della panetteria e abbiamo fatto un giro di 55 km per le campagne di Glonn, del lago Steinsee e dintorni.
Un gran bel giro con la mia mountain bike comprensivo di una lunga pausa in un borgo molto bucolico dove c’è un ristorante caffetteria e abbiamo bevuto un caffè. Non solo. Abbiamo chiacchierato a lungo e molto convinti delle nostre idee, come due veri filosofi.

Intanto si erano fatte le 4 di pomeriggio circa e ho raggiunto di nuovo la metro (S-Bahn) per raggiungere la stazione Est e pedalare quindi fino a casa a nord della città.

Poso la bici a fianco ad un’altra bici e poche stazioni dopo ci raggiungono due ragazzi che praticamente mi chiudono in un angolo sicché all’arrivo dei controllori (ebbene sì due „controllici“ femmine ci hanno raggiunto) mi trovavo a disagio.

I due ragazzi non avevano il biglietto per la bici (che qui a Monaco costa 3 euro e vale un giorno). Dunque due multe.
Io ho l’abbonamento annuale da 1500 euro più il biglietto per la bici regolarmente timbrato. Sono a posto.

Il terzo signore litiga un po‘ e viene redarguito dalle „controllici“ che gli notificano una multa, lui reclama e la ragazza più giovane aggiunge che c’è la Fahrrad-Sperre ovvero il divieto di portare bici dalle 16 alle 18. Dunque devono fare la multa anche a me!

Maledetta sfortuna.
40 euro da pagare entro un mese.

Sono sceso e sono subito andato al mio ristorante preferito dove ci sono i miei amici napoletani e pugliesi che mi hanno confortato.
Ma naturalmente la multa ha avuto conseguenze sul filosofo che sono.
Perché per 30 mt di infrazione devo pagare 40 euro, mentre viaggiare in nero costa 60 euro?
Potevano farmi uscire e sarei andato in bici a casa.
Ero fuori città non c’era molta gente nella metro, perché questa regola viene multata così severamente?
Insomma ho cominciato a filosofare anch’io sulla giustizia, sulle leggi, etc., etc.

Del resto qualcuno ha scritto che dall’ingiustizia del processo a Socrate e della sua condanna a morte è nata la filosofia.
Dalla mia multa è nata questa riflessione…