Una cena con amiche


Ieri era domenica e ho cucinato parecchio: sono venute a cena delle amiche di vecchia data e alcune studentesse dei corsi di italiano.
Allora, cominicamo dal Menù. Ho preparato i peperoni arrostiti al forno con la bagna caöda che è una salsa servita calda a base di acciughe, olio di oliva, aglio cotta con il latte.
Poi ho preparato un altro piatto tipico piemontese ovvero le acciughe al verde, con prezzemolo, olio di oliva ed aglio.
Giustamente mi ha domandato Sandra come mai il Piemonte, che non confina con il mare, ha due piatti tipici a base di acciughe?
È vero, è vero, ho risposto è un po‘ strano.
Poi ho preparato la pasta alla chitarra fatta in casa partendo dalle uova e dalla farina e poi con l’aiuto di una macchinetta l’ho tirata e preparata a forma di spaghetti cicciotti.
Ho preparato un sugo di funghi porcini, prezzemolo e aglio.
Infine ho preparato un arrosto di maiale con i cavolini di Bruxelles come contorno.
Il dolce era un pandoro che però non abbiamo neanche aperto.

Ma veniamo ai regali: Sandra mi ha portato dei biscotti natalizi (lebkuchen) che ho apprezzazo a cena terminata.
Invece ho ricevuto un liquore di mele cotogne e delle marmellate di mele mentre Elena mi ha portato un limoncello fatto da lei e un cd di musica Jazz: una raccolta dell’orchestra dove suona anche il marito.

Una bella serata a chiacchierare di viaggi, di Georgia;, India, Nuova Zelanda, Australia ed Europa.

La settimana è cominciata molto bene perché quando il fine settimana incontro gente sono molto ben disposto a lavorare.
E ora mando queste righe agli studenti e alle studentesse del corso per ripassare l’italiano e per invitare, chi non è potuto venire, ad esserci la prossima volta.