C1.7 Cara Beate Gli uomini non cambiano?



C’è una canzone di Mia Martini che si intitola Gli uomini non cambiano. (Musica con il testo)

Il tema di questa sera era: padri e figli. Abbiamo parlato di cambiamenti epocali: i padri vogliono stare con i figli e non vogliono perdersi l’educazione dei loro figli.
Per essere un buon papà bisogna essere un buon lavoratore? Non è più vero dicono i sociologi.
Le donne si sono da sempre sobbarcate (überhäufen)il lavoro domestico e l’educazione dei figli (e anche la cura dei vecchi genitori) Ma oggi gli uomini vogliono contribuire e Edoardo confessa che porta il bambino a calcio il fine settimana si dedica interamente a lui. Gli uomini si rendono conto (realisieren, erkennen, festellen) che è bello e importante fare il papà.

Se un uomo lavora meno vuol dire che non è attaccato al lavoro: questo quel che si pensa in Italia e le donne devono sacrificare il loro tempo e la loro energia per tutto il resto.

Anche se la tecnologia ha regalato molto tempo ai lavoratori c’è sempre bisogno di identificarsi con l’azienda, con il marchio e così via.

Ma perché le donne devono lavorare tanto a casa e gli uomini molto nelle aziende? Gli uomini di solito guadagnano di più delle donne ed ‚è per questo che queste ultime stanno a casa e si sobbarcano tutto il lavoro domestico e con i figli.

Anche i n Germania? Sì anche in Germania mi dicono le mie studentesse.
E in Italia? Anche qui la medesima cosa. Il ruolo in famiglia dipende dallo stipendio.
Ma al contrario della canzone di Mia Martini gli uomini cambiano e cambiano anche le società ci dicono i sociologi. Un papà dirigente di una azienda dice che la sera e il fine settimana diventa il felice schiavo di suo figlio e un altro decide di andarsene (verbi pronominali) a casa alle 17 per stare con suo figlio, un terzo papà non vuole starsene (verbi pronominali) a 3000 km di distanza dal suo figlioletto.

A forza di sentire queste opinioni mi sono convinto che il ruolo dell’uomo e della donna nella società è culturale non biologico.

Provo a fare un esempio. Tolto il primo anno di svezzamento e allattamento, per il resto un papà può fare bene tutti i lavori di casa, può educare i figli e una mamma può benissimo diventare dirigente e fare carriera.
Se nella società italiana e tedesca spesso non è questo il caso ciò dipende dal modello sociale e non da altre caratteristiche innate.